Skip to main content

Miscellanea di tartufi di ricotta e farina di cocco

Semplici da preparare e deliziosi da gustare, questi pasticcini creati in abbinata con la ricotta, delicati e leggeri, sono irresistibili. Coccolate i vostri amici nel dopo cena oppure regalateveli in un momento di relax.

Portata: Dessert

Miscellanea di tartufi di ricotta e farina di cocco

Difficoltà: Facile Tempo di preparazione 40 min Porzioni: 8 Calorie: 210

Descrizione

Volete sapere un piccolo semplice segreto per gustare questi golosi tartufi fino in fondo? Provateli con il caffè a fine pasto… ne rimarrete deliziati! I dolcetti possono poi essere rifiniti nei modi più fantasiosi, con cacao amaro o dolce, granella di noci, di amaretto o di zucchero colorato (codette). Altre sfiziose alternative? Cioccolato fondente, granella di cioccolato, di nocciole, di pistacchio o farina di cocco.

Se avete voglia di abbinarli a un buon vino, vi consiglio un Dindarello o un vin santo toscano, il loro sapore si arricchirà di ulteriori piacevoli sfumature.

Ingredienti

Preparazione

Preparazione dell'impasto

  1. Amalgamate in un contenitore tutti gli ingredienti, compresi i Savoiardi sbriciolati, fino a ottenere un impasto uniforme.

  2. Lasciate riposare il preparato in frigorifero per circa 1 ora (o in freezer per circa 20 minuti).

Preparazione dei tartufi

  1. Tirate fuori il preparato dal frigorifero, quindi formate con il palmo delle mani una trentina di piccole palline, i “tartufi”, del diametro di 1,5 cm l’uno e trasferiteli su un vassoio foderato di carta forno.

  2. Una volta completata l’operazione, i tartufi si possono rifinire in vari modi. Divideteli a piacere e decidete quanti farne di un gusto e quanti di un altro.

  3. Disponete il cacao amaro o dolce, la granella di amaretto, la granella di noci e lo zucchero colorato (codette) in quattro ciotoline per realizzare la copertura. Quindi fate rotolare una pallina per volta nella ciotola in modo che aderisca in maniera omogenea.

  4. Per quel che riguarda le alternative proposte dallo chef, potete intingere i tartufi nel cioccolato fondente usando delle pinze da cucina (o due cucchiaini) oppure li potete passare nella granella di cioccolato, di nocciole, di pistacchio o nella farina di cocco come indicato poco sopra.

  5. Se non devono essere consumati nell’immediato, conservate i tartufi in frigorifero e lasciateli a temperatura ambiente per 15/20 minuti prima di servirli.

Composizione del piatto

  1. Sistemate i tartufi, uno differente dall’altro, in piccoli piattini. In alternativa li potete assortire tutti insieme in un vassoio. La scelta di quello che più fa per voi non sarà semplice, non vi resta quindi che provarli e farvi conquistare dalla loro bontà!